Musica

Charlie Big Potato

Gli Skunk Anansie sono un gruppo inglese,
di piena amalgama rock.
Per approfondimenti
clicca qui


Ti piacciono le voci espressive?
Ecco, Skin ha una voce controversa e intensa,
capace di delicatissimi mielismi e soffiati sensuali
oppure di graffi decisi e rabbiosi.
Questa canzone miscela sapientemente
uno strumentale scuro, sinteticamente inquietante,
ad una melodia cantata che sa farne inizialmente contrasto,
per poi fondersi del tutto con esso.
Skin seduce e poi uccide in questo pezzo,
gli archi nel ritornello danno quel tocco di grazia
che ci fa tornare totalmente nel mood della seconda strofa.
Il bridge è perfetto e dona quel meraviglioso saliscendi che ti coinvolge con tutto il corpo.
Ce la fai a non battere almeno il piede per terra?
Subito dopo l’intermezzo tutta la musica si chiude di colpo
lasciandoti in bilico su quel baratro d’ascolto,
estasiato dall’altezza raggiunta e abbastanza incosciente da non capire quanto sei dannatamente in alto,
e a quel punto la voce di Skin ci regala il momento migliore di tutto il brano:
sul “a lone sister” ti senti come il cobra che esce dalla cesta
al richiamo dell’incantatore.
E, incantato, ti lasci cadere nel ritornello, giù da quel dirupo che la voce di Skin ti ha aperto dentro.

Gustati questo pezzo e, dopo, dimmi se non sei precipitato anche tu:

Ho avuto qualche difficoltà a trovare un live con un audio decente,
a parte quello di un esibizione a Sanremo che ho preferito non mettere
solo perché, per quell’occasione sunano in maniera molto “pettinata”
mentre in tutti i live che ho avuto piacere di guardare, Skin è scatenata sul palco.

I awake from blood thick dreams
Washing blame from my knees
Softly done, so secretly
I’m awake as Charlie sleeps

A lone brother, a lone sister
A home cover, alone

I awake
Dry the scream
Spit the vile breath
Till my tongue bleeds

Thinks it’s all gone, famously
Broke the hard girl
Good to please

A lone brother, a lone sister
A home cover, alone

Tell it like it is, tell it like it is
Tell the sordid truth, tell them
Tell it like it is, tell them

A lone brother, a lone sister
A home cover, alone

Alone, alone
Alone, alone


Ciò che scrivo non vuole essere
una recensione né una valutazione,
è semplicemente il mio modo di vivere questo pezzo.
Tu come l’hai vissuto?
Se vuoi dirmi cosa ne pensi o hai suggerimenti d’ascolto,
puoi commentare l’articolo, oppure scrivermi.

Credits & Info:

http://www.metrolyrics.com
Immagine presa da internet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...