Dal mondo dell'autrice

Briciole e Indizi

Qualche sera fa sono uscita da sola e mi sono dedicata una serata di musica.
Al mio stesso tavolo si sono sedute una dolcissima signora di 70 anni ed una ragazza poco più grande di me ma già madre di tre figli.
Tra un caffè ed una canzone mi hanno raccontato alcuni pezzi della loro vita come se ci conoscessimo da tempo quando, invece, non ci conoscevamo affatto.
Per puro sincronismo mi hanno parlato delle rispettive necessità di spazio e di indipendenza, dell’importanza di questi spazi e del forte bisogno di continuare a coltivare l’arte e la passione al di fuori dei rispettivi matrimoni per potersi sentire sanamente egoiste e complete dentro.
La passione del ballo e delle balere per una, la passione della musica per l’altra.
Poi le difficoltà vissute, i concetti patriarcali di famiglia di vari anni fa (sempre attuali nonostante tutto), le rivalse negli anni, le lotte per l’indipendenza e l’autosufficienza, la difficile convivenza con la propria immagine in una società che ci vuole un po’ tutte perfette…
Io stavo seduta in mezzo, con il mio bicchiere in mano e la sensazione di solitudine che andava sfumando pian piano.
Sono rimasta ad ascoltare le loro storie, i loro pezzi di vita e poi sono rientrata verso casa con tanti pensieri in testa.
Non avevo ancora finito di elaborare ciò che avevo ascoltato la sera prima che, mentre lavoravo, una donna in cerca di un regalo di Natale ha finito per raccontarmi di alcune difficoltà che sta vivendo e ci ha tenuto ad avvisarmi di come sia importante e necessario alla mia età definirmi per ciò che sono davvero, coltivare un substrato tra la mia pancia ed il mio cuore che sia in grado di farmi da fondamenta quando sarò più grande e il mondo smetterà di considerarmi “donna” perché avrò le rughe o magari non avrò figli.

Nessuna di queste donne mi conosceva, sapeva dei miei interessi o delle mie idee eppure tutte loro si sono aperte con me con una naturalezza incredibile.
In quest’ultimo mese penso spesso al valore autentico dei rapporti e sento forte dentro me il bisogno di ricreare nuove radici, nuove relazioni sane, nuovi substrati, appunto.
Così mi stupisce trovare così, per caso, piccoli indizi che sembrano portare tutti verso una stessa direzione, ancora sconosciuta ma sicuramente in linea con ciò che sto pian piano diventando.
Nuove anime fragili che mi insegnano e ricordano quanto preziosa e da preservare sia la mia sensibilità; nuovi sorrisi che mi accolgono nonostante io sia straniera e sconosciuta nei loro territori; nuove porte che si aprono e nuovi percorsi che cominciano quasi per caso.
Mi chiedo se questi indizi fossero tutti lì già da tempo e fossi io a non vederli o se siano magicamente comparsi tutti ora, che ho il tempo di vederli e di provare a seguirli.
Mi chiedo anche se sia utile chiedermelo ma sono certa di voler ringraziare per quanto stia capitando…

Sta arrivando qualcosa di bellissimo, ne sono certa.

Sisterhood

Annunci

Un pensiero riguardo “Briciole e Indizi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...