Voce Selvaggia

cropped-logo-maggio-17.jpg

Tra Voce e Anima.
Alla scoperta della Voce Selvaggia.
I miei studi e le mie ricerche si concentrano qui,
in una tesi apparentemente infinita, esplorando e sperimentando.

Credo che ognuno di noi abbia dentro una Voce Selvaggia.
Anzi credo che vi sia una Voce Selvaggia in ogni Voce e che questo aspetto non addomesticato dell’anima racconti nel suono la profondità del nostro Mondo Interiore,
mettendo in risonanza il visibile con l’invisibile, il dentro con il fuori, il corpo con lo spirito.

Nella vocalità sono racchiusi i nostri ricordi, i nostri stati d’animo, i nostri malesseri, le nostre buone o cattive abitudini, il modo in cui affrontiamo la vita e le emozioni, così come in essa si possono trovare soluzioni, conforto e, a volte, persino guarigione.
Più di ogni altra cosa, la nostra voce lascia trasparire la nostra anima.

Credo fortemente che in ogni timbro, in ogni sfumatura, siano celati i frammenti del vissuto della persona, nel bene e nel male.
L’intreccio corpo-respiro-voce è indicativo, secondo me, dello stato di salute psico-fisico delle persona nonché del suo complesso reticolo emozional-caratteriale.
Vista da questa angolazione, la voce diviene il cantastorie di ciò che siamo dentro ed il lavoro svolto su e con la voce diviene ulteriore strumento per l’acquisizione di consapevolezza ed equilibrio dell’individuo.
E’ un percorso circolare senza una fine e senza un inizio da fare con orecchie e cuore bene aperti; si rivela un cammino lungo quanto la nostra intera vita poiché non si smette mai di poter imparare e di poter cercare: basta solo volerlo.

Non credo ci siano un’unica via oppure un metodo universale ed infallibile bensì penso che chiunque cominci un viaggio di questo tipo abbia qualcosa da offrire e condividere a chi cammini su sentieri simili.
Io sono partita così, per necessità o per caso e trovo molte persone in viaggio come me, con valigie di esperienza e storie da raccontare.
Il mio obiettivo è questo: provare, sperimentare, studiare, viaggiare libera ed ogni tanto condividere un cerchio con altri viaggiatori, attorno ad un fuoco, attorno ad un’intenzione, per poi ripartire libera come sono arrivata, pellegrina del suono.

Ciò che sto imparando lo devo a chi, prima di me, ha studiato ed imparato e non è mia intenzione morire portandomi nella tomba tutta la Meraviglia che scopro nel suono.
Quindi scambiamoci pareri, diamoci spunti, insegniamoci a vicenda le cose che sappiamo per diventare persone migliori.
A breve inserirò una bibliografia nella quale potrai perderti anche tu 🙂

Noi, coi nostri corpi, con le nostre voci e con le nostre vibrazioni, siamo tutti strumenti unici al mondo e ogni giorno suoniamo e risuoniamo nell’infinita musica della vita.

nuovo logo